holoil-medicazione-vegetale-multifunzionale

Ulcere da pressione (piaghe da decubito)


Si consiglia la supervisione medica per questo tipo di patologie

Holoil®:

  • coadiuva la detersione riducendo fibrina, necrosi e rischio di infezione
  • coadiuva la riparazione e la cicatrizzazione tessutale
  • coadiuva a ridurre l’eritema e l’infiammazione della cute alterata da decubito o pressione
  • protegge la cute dell’area di pressione ed il tessuto cutaneo limitrofo


FORMATI CONSIGLIATI

COME APPLICARE IL PRODOTTO

Detergere localmente la zona interessata o l’ulcera e tutta l’area perilesionale – con soluzione fisiologica

Se presente, far rimuovere l’escara (necrosi secca) o la fibrina da personale esperto

Applicare Holoil® Olio 1-3 gocce (o 1 puff se si utilizza formulazione spray) o Holoil® Gel 1 puff su tutta l’area interessata

Coprire (o zaffare, in caso di cavità) con garza sterile di TNT

Cambiare la medicazione quotidianeamente (in presenza di essudato) o 3-4 volte a settimana, a seconda giudizio clinico del medico o del personale specializzato in trattamento delle ulcere cutanee

In automedicazione:

  • Medicare 1 volta al giorno l’ulcera in caso di infezione
  • Medicare a giorni alterni in caso di lesione non infetta
  • Isolare con benda orlata (o zaffare garze) di cotone o TNT
  • In prevenzione:

  • Applicare una piccola quantità di Holoil® Olio giornalmente in tutte le zone maggiormente a rischio di lesione
  • Evitare l’applicazione di cerotti spesso causa di macerazione, eritema, bolle o ulteriori lesioni della pelle limitrofa
  • È consigliabile, a completa guarigione dell’ulcera, continuare ad utilizzare Holoil® Olio o Holoil® Gel per almeno 1 mese, applicandolo 1-2 volte al giorno per mantenere elastica ed idratata la pelle ed evitare infezioni da microlesione o recidiva dell’ulcera stessa.

Attenzione: in presenza di esposizione ossea o cavità con bordi sottominati Holoil® può favorire un odore molto intenso.
Durante la fase di granulazione di queste lesioni le garze imbevute di secrezione possono avere un colorito giallo-verdastro, legato alla fotosensibilità dei componenti del prodotto.